Faceted search, ovvero navigazione a faccette

- 6 febbraio, 2008 11:11 pm

Nonostante in questi giorni sia stato impegnato su diversi fronti, ho trovato un po’ di tempo da dedicare ad un tema che mi ero promesso di approfondire, si tratta dei sistemi di navigazione a faccette.
Orribile adattamento del nome inglese (Facetd navigation), la navigazione a faccette è un metodo di navigazione utile per guidare l’utente verso le informazioni ricercate, offrendogli la massima libertà di scelta.
Per spiegare la dinamica della Facetd Navigation, immaginiamo di avere a che fare con un portale immobiliare. La maggior parte dei siti di annunci immobiliari fa affidamento a sistemi di navigazione gerarchici. Dalla home page possiamo scegliere la città, dalla pagina città specifichiamo il comune, all’interno della pagina comune raffiniamo la ricerca selezionando il tipo di immobile che ci interessa.

Navigazione gerarchica o a directory

Immaginiamo lo stesso sito in ottica Faceted.
Dalla Home page, l’utente avrà la possibilità di iniziare la ricerca del suo annuncio immobiliare partendo non solo dalla città, ma da un qualsiasi valore di qualsiasi attributo dell”annuncio immobiliare.
Avremo quindi la navigazione per città (Milano, Roma, Genova,…), per tipo di immobile (appartamento, villa, villetta a schiera,…), per fascia di prezzo (meno di 200.000€, tra 200.000€ e 500.00€, tra 500.000€ e 800.000€,…), per metri quadri (50Mq, 100Mq, 150Mq,…).
Selezionata una caratteristica dell’immobile (in inglese Facet), all’utente dovrà essere offerta la possibilità di raffinare la ricerca selezionando un ulteriore attributo tra quelli ancora disponibili.
Iterando il procedimento, l’utente dovrebbe giungere all’annuncio immobiliare ricercato selezionando da sè il percorso e non seguendo una gerarchia imposta da chi ha creato il sito.

Navigazione a feccette

Quali sono i requisiti necessari per implementare una efficace navigazione a faccette? Fondamentalmente, tutti gli oggetti ricercati devono condividere gli stessi attributi, almeno quelli fondamentali. Non avrebbe senso applicate un sistema di navigaizone a faccette ad un sito che vende prodotti che non sono classificabili in categorie comuni.

I vantaggi ricadono sia sull’usabilità che sull’accessibilità ai contenuti (sia da parte degli utenti che degli spiders dei motori di ricerca).
Un grande difetto rilevabile consiste nell’aperto contrasto con la navigazione per Tag, o Folksonomies. Essendo i tag generati dagli utenti, risulta difficile includerli all’interno di un sistema di navigazione che, pur garantendo massima libertà di movimento, è pur sempre definito a priori.
In un web sempre più dominato da User Generated Content, una navigazione a faccette potrebbe apparire eccessivamente rigida.
Per risolvere questo problema, perchè non affiancare alla Faceted Navigation un sistema di navigazione per tag?
Un esempio vivente è osservabile sul sito Buzzilions.

Esempio di Faceted Navigation

Dopo aver selezionato una qulasiasi attributo del prodotto da ricercare, la navigazione a Faccette è affiancata da un box contenente i tag utilizzati dagli utenti per descrivere i prodotti con quella caratteristica (o combinazione di caratteristiche).

Navigazione a Tag o folksonomies

Per aumentare l’efficacia di una navigazione Faceted è necessario evitare di pubblicare pagine morte, ovvero combinazioni di caratteristiche che non includono alcun prodotto e informare in anticipo i navigatori sul numero di elementi con determinate combinazioni di elementi (nel caso di Buzzillions il numero tra parentesi).

Postato in : Web Design
Print This Post Print This Post


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.