Wall Street Journal aumenta i contenuti gratuiti, ma non abbandona l’offerta a pagamento

- 28 gennaio, 2008 10:28 am

E’ da alcuni mesi che si vocifera di una possibile apertura del Wall Street Journal alla libera consultazione, in stile New York Times, abbandonando l’offerta a pagamento.
Proprio in questi giorni Rupert Murdoch ha messo a tacere le indiscrezioni affermando che il WSJ non abbandonerà il suo servizio di consultazione a pagamento ma allargherà la quantità di contenuti disponibili gratuitamente.
La strategia, oltre ad un aumento dei contenuti gratuiti, prevede un innalzamento del prezzo della quota di iscrizione (si dice intorno ai 120$).
In questo modo si punta a servire la stragrande maggioranza dei visitatori con contenuti gratuiti, ed una piccola nicchia di professionisti con un servizio a pagamento relativamente costoso.

We are going to greatly expand and improve the free part of the Wall Street Journal online, but there will still be a strong offering (for subscribers) … The really special things will still be a subscription service, and, sorry to tell you, probably more expensive.

Il costo dell’ apertura sarà sostenuto in parte grazie all’aumento del prezzo dei servizi a pagamento ed in parte dalle inserzioni pubblicitarie. Secondo una stima, il Wall Street Journal dovrebbe aumentare di 12 volte il volume di traffico sulle sue pagine per garantire accesso libero a tutti i suoi contenuti, ed operare in break even. Un obbiettivo ancora troppo lontano.
Quanto al presente, chissà se avrà successo questa strategia ibrida.

Postato in : Pubblicità online
Print This Post Print This Post


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.