Link popularity: Quali parametri influiscono sul posizionamento

- 18 maggio, 2007 3:39 pm

Quarto post dedicato all’analisi dei fattori che possono influire sul posizionamento di un sito nei motori di ricerca.
Oggi parliamo di links in ingresso; come e quanto i links influiscono sul posizionamento.
E’ sempre vero che maggiore il numero di links in ingresso, migliore il posizionamento? Spesso quando si tratta di dover promuovere un sito si punta solo sulla quantità di links, tralasciando altri aspetti importanti, come:

  • Anchor text
  • Link popularity della pagina linkante
  • Argomento trattato dalla pagina dalla quale proviene il link
  • Anzianità del link
  • Tema principale trattato dal sito dalla quale proviene il link
  • Testo adiacente al link
  • Page Rank della pagina dalla quale proviene il link

Anchor Text

Il fattore più importante da valutare in una campagna di link popularity. L’ideale è creare link in ingresso con anchor text ricchi di parole chiave e variegati. L’anchor text dei link in ingresso viene utilizzato dai motori di ricerca per individuare il tema principale trattato dalla pagina.

Link popularity della pagina linkante

Altro fattore determinante, se la pagina dalla quale proviene il link ha una a sua volta una buona link popularity, la pagina che riceve il link risentirà maggiormente dei benefici derivanti dal nuovo link in ingresso.

Argomento trattato dalla pagina dalla quale proviene il link

Il tormentone degli ultimi anni è stato: L’importante è trovare links a tema. Certamente vero ed importante, essere linkati da siti che trattano argomenti affini aiuta il posizionamento almeno per le parole chiave che fanno riferimento all’argomento specifico.

Anzianità del link

Come per le pagine web (e per i vini), maggiore l’età del link, maggiore l’effetto benefico sulla pagina di destinazione. I SEO poi si sbizzarriscono su questo tema: per anzianità intendiamo anzianità del link vero e proprio, anzianità del documento o dell’intero sito? A mio parere tutti e tre gli elementi hanno rilevanza e quindi devono essere affrontati separatamente (vedi articoli correlati a fondo pagina).

Tema principale trattato dal sito dalla quale proviene il link

Come al solito, maggiore è la tematizzazione, migliore sarà il posizionamento (sempre a parità di altri fattori) per ricerche relative all’argomento principale trattato dal sito.
Qui i SEO si consumano cercando di individuare il fattore più importante tra tematizzazione della pagina e tematizzazione dell’intero sito dalla quale proviene il link. La soluzione? Meglio un link proveniente da una pagina a tema di un sito che tratta argomenti simili. Meglio di cosi…

Testo adiacente al link

Fattore spesso ignorato, ha una importanza di non poco conto. Non solo l’anchor text viene utilizzato per individuare il tema trattato dalla pagina che riceve il link, ma anche il testo adiacente all’anchor può aiutare il motore di ricerca nella tematizzazione delle pagine.
Google ad esempio utilizza questo metodo per la sua ricerca di immagini; analizzando il testo adiacente all’immagine è in grado di determinare automaticamente cosa è rappresentato all’interno della figura.
Senza contare che questo metodo può essere utilizzato per scovare link a pagamento*.

PageRank della pagina dalla quale proviene il link

Questo è l’unico fattore che, solitamente, viene considerato quando si decide di intraprendere una campagna di link popularity. Il rapporto di SEOmoz lo mette (con aria un po’ di snob) all’ultimo posto.
Certo, è vero che il page rank non ha più importanza e che bisognerebbe rimuovere la toolbar dai browser ma è anche vero che Google ha un occhio di riguardo verso i siti con PR elevati. Dmoz e Wikipedia per esempio…

* A proposito di links a pagamento, non so se vi siete accorti del polverone che ultimamente Google ha alzato a riguardo. Sempre più accanito nella sua crociata contro i links sponsorizzati, il portavoce di Google Matt Cutts spiega come si comporterà il motore di Mountain View e come si dovrebbero comportare tutti quelli che vendono o acquistano links. Le reazioni non sono mancate, ad esempio quella di Mauro Lupi da poco pubblicata sul suo blog.

Alla prossima con l’analisi delle variabili che possono influire negativamente sul posizionamento.

Postato in : Search Engine Optimization
Print This Post Print This Post


No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.